Nasce il 26 gennaio 1976 a Napoli e cresce nel quartiere Materdei

1993 - Si unisce al gruppo itinerante di musica popolare ‘Scetavajasse’, attivo tra le strade di Napoli e nei maggiori Festival di Artisti di Strada

1997 - Viaggia per quattro mesi in Centro America alla riscoperta delle radici musicali di quell’area

2000 - Apprende il clarinetto e per due anni suona con La Contrabbanda di Napoli

2001 - Con il M° Generoso Veglione impara il modo di suonare la fisarmonica nei diversi paesi del mondo

2002 - Acquisisce il titolo di maestro al conservatorio di Benevento

2002 - Vince il concorso di Pelago come miglior musicista di strada tra 300 gruppi partecipanti

2003 - Con la fisarmonica accompagna in una breve tournée Carlo Faiello, colonna portante negli anni ’90 della N.C.C.P.

2004 - Soggiorna nel Pernambuco, regione del Nord-Est del Brasile, per apprenderne la sua musica etnica più importante: il Forrò

2006 - Si dedica anima e corpo alla canzone napoletana, da Salvatore di Giacomo alle macchiette interpretate da Nino Taranto

2008 - Partecipa a corsi universitari di storia e antropologia musicale, sostenendo brillanti esami, approfondendo le radici della musica da lui trattata

2009 - Inizia un corso di canto e prosa col M° Sabatino Raia che terminerà due anni dopo

2011 - Ritorna alla musica di strada e nascita del suo personaggio ‘Cantastorie Napoletano’

2012 - Esce il CD di macchiette dove, con queste, è riunita per la prima volta la trilogia de ‘Lo Guarracino’, per la qual cosa è invitato a ‘Cantanapoli’ di Radio Uno 

2014 - E’ edito il suo libro di poesie ‘Sonetti napoletani’

2014 - Crea ‘Stefanino Orchestra’, sulla tradizione dei ‘One-Man-Band’, per eseguire brani classici e umoristici napoletani

2016 - Forma il gruppo ‘Napoli a Coppe’ che conta già diverse esperienze di palco

Attualmente è direttore artistico del gruppo ‘La Canzone Napoletana’ che propone Format di spettacolo napoletano

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto